Programma di arte pubblica di Canal to Creek

Arte per tutti

Lanciato ufficialmente alla fine di quest'anno, il programma di arte pubblica WestConnex - "Canal to Creek" - è un programma diversificato di diciotto opere commissionate che aiuteranno ad attivare parchi nuovi ed esistenti tra St Peters e Beverly Hills, tra cui scultura contemporanea, parchi giochi disegnati da artisti, un gli scrittori camminano, murali di grandi dimensioni e installazioni di illuminazione immersiva.

Chiamato "Canal to Creek" dopo i corsi d'acqua che collegano i siti d'arte, ogni opera è un'esplorazione specifica del sito del rapporto tra persone e luogo.

Scopri di più sulle opere d'arte qui:

Il lavoro di Gordon Young, Down To Earth, crea una Writers Walk lungo una sezione di Campbell Road, St Peters. In una serie di otto sculture basate su testo, Writers Walk presenta un mix diversificato di testi trovati e originali, storici e contemporanei tra cui testi, poesie, diari e storie.

L'opera celebra il significato culturale del mattone per la comunità locale. Costruito con mattoni fatti a mano su misura, la materialità delle opere d'arte fa riferimento direttamente ai forni iconici del patrimonio di Sydney Park, ai camini e alle vaste fosse di argilla, nonché al carattere urbano delle case di mattoni di San Pietro.

Gordon Young
Gordon Young

Essere - Ikigai; Una ragione per essere. Il concetto giapponese di Ikigai si riferisce alla fonte di valore nella propria vita o alle cose che rendono utile la propria vita. Questa è l'idea centrale dietro la nuova opera d'arte pubblica di Andrew Rogers.

Le forme scultoree che compongono il dittico sono in conversazione tra loro. Interpretato come due figure astratte, il lavoro crea uno spazio per contemplare il rapporto tra individuo e comunità.

Realizzata in acciaio inossidabile lucidato a specchio, la qualità riflettente trasforma il lavoro in una risposta specifica del sito al contesto urbano di St Peters, assorbendo e riflettendo il mondo circostante.

Essere - Ikigai è un impressionante punto di riferimento alto cinque metri che invita il pubblico a esplorare il paesaggio culturale contemporaneo.

Andrew Rogers
Andrew Rogers

Nelle comunicazioni contemporanee, un asterisco è un segnaposto, un simbolo o un marchio. È una nota a piè di pagina scritta, uno strumento di editing nei social media e un simbolo che combina numeri in matematica. Da quando è stato usato per la prima volta 2000 anni fa dal poeta greco Aristarco di Samotracia, un asterisco crea una pausa visiva e sensoriale - un momento di riflessione e reindirizzamento. Centrato vicino all'ingresso e all'interno della curva di uno spazio verde tra incroci triangolari, Asterisk accoglierà gente del posto e visitatori e diventerà un luogo di incontro della comunità.

L'asterisco si collega agli antichi sistemi di navigazione stellare utilizzati per guidare i viaggiatori in viaggi in lungo e in largo e guarda a costellazioni e tradizioni significative nell'astronomia aborigena per la direzione. Sulla cresta dello St Peters Interchange in questa nuova via di trasporto, la scultura futurista è una bussola moderna, che attribuisce lo stesso valore a diverse prospettive. Le sue ombre sorprendenti si comportano come una meridiana, creando intrighi e cambiando con l'ora del giorno e della stagione.

L'asterisco invita le persone a interagire, riflettere, esplorare e giocare.

Gill Gatfield, Asterix, 2020
Gill Gatfield
Gill Gatfield, Asterix, 2020
Gill Gatfield

Near The Center (There Is Music) di Greg Johns è una meditazione avvincente sul luogo, sulle persone e sulla storia. L'opera presenta un grande pezzo centrale circondato da un'installazione di dieci figure conosciute come The Observers.

Il mandala centrale alto quattro metri è una forma frattale, un modello semplice che si ripete ancora e ancora, diventando infinitamente complesso e senza fine. Gli artisti hanno creato modelli frattali per molti secoli e attraverso molte culture. È anche un fenomeno che esiste in tutta la natura: alberi, fiumi, nuvole, uragani e molti altri sistemi organici sono tutte forme frattali. Johns usa questo modello per connettersi alle forze generative della natura, ai sistemi di credenze più vecchi, alla fisica e alla filosofia contemporanee, per suggerire un'interconnessione universale.

Mentre ci si sposta nella scultura centrale in acciaio Corten, i motivi interni cambiano radicalmente per creare un'esperienza dinamica e sensoriale. Questa scala eroica è in contrasto con l'esperienza intima e umana di The Observers. In queste figure è incorporato un ibrido di riferimenti culturali che influenzano la pratica di Johns: il paesaggio australiano, l'arte indigena e la scultura figurativa europea.

Greg Johns
Greg Johns

Il deposito di carbonio di Stephen King è un'opera monumentale che commenta la quantità significativa di carbonio rinchiusa nei legni duri australiani. Dopo un'estate di catastrofici incendi boschivi lungo la costa orientale australiana che ha scatenato nell'atmosfera 250 milioni di tonnellate di CO2 - quasi la metà delle emissioni annuali del Paese - questo lavoro tempestivo e intenso è anche un promettente promemoria che la ricrescita delle foreste può aiutare a riassorbire le emissioni di carbonio.

L'immensa struttura di King nel nuovo parco di St Peters Interchange è intimamente legata al paesaggio boschivo in cui è stata realizzata. King è un artista e un contadino nella regione del New England del New South Wales. Quel paesaggio è il fondamento letterale della sua arte: le sue sculture sono fatte di alberi di solito inaspettati - provenienti dal suo stesso terreno agricolo, o da trame di legname auto-sostitutive ecologicamente sostenibili locali. Scolpisce i tronchi di legno duro in travi di legno con una motosega, tagliando il grano per creare l'illusione di una pennellata dipinta. Gli elementi strutturali fatti a mano sono leggermente fuori chiave, ognuno una risposta diversa all'albero da cui proviene.

Dominando l'interscambio a 14,5 metri di altezza, Carbon store rimodella il nostro rapporto con l'architettura e crea un'esperienza più tattile e organica in un contesto urbano. Il pubblico è invitato a entrare in questo spazio immersivo, passando attraverso e intorno alla scultura mentre percorrono il paesaggio culturale contemporaneo.

Stephen King
Stephen King

 

Yioryios Papayioryiou è un artista emergente dell'Inner West che lavora nel suo studio di Alessandria. Crea sculture minimaliste e astratte ispirate all'architettura e all'ambiente costruito. Il suo nuovo lavoro Points of Interception (CTC20) è un gesto fluido e fluido che risponde alle linee e ai contorni della nuova autostrada di interscambio di St Peters.

È anche una celebrazione del patrimonio e del carattere locale. Dipinto su un lato in un vibrante cadmio rosso intenso, è il colore iconico associato all'architettura della Federazione costruita in tutto l'ovest interno. Mentre reimmagina l'eredità dell'area nella scultura contemporanea, Points of Interception (CTC20) fornisce contemporaneamente una nuova icona per San Pietro che incarna la rigenerazione e la rivitalizzazione dell'Interscambio come parte di un importante progetto di modellamento della città.

L'opera sarà collocata in cima al tumulo di St Peters Interchange adiacente a Canal Road. È la principale caratteristica paesaggistica del parco e da questo punto di vista il pubblico può apprezzare le opere d'arte nel contesto di una città in movimento. La vista panoramica dalla cima del tumulo fornisce una panoramica delle complesse modalità logistiche e di transito di una città globale: il flusso costante di aeromobili all'aeroporto di Sydney; il colorato patchwork di container marittimi presso Canal Road Maritime Container Services; e il ronzio delle arterie stradali principali circostanti.

Points of Interception (CTC20) sfrutta l'energia e il dinamismo di questo paesaggio urbano in trasformazione, distillandolo in una forma scultorea a cui il pubblico diverso può accedere e godere.

Yioryios 2
Yioryios
Yioryios 2
Yioryios

St Peters Fences Playground è un assemblaggio di recinzioni in mattoni scalabili. Ogni recinzione è costruita mattone per mattone da immagini d'archivio che ricreano le recinzioni frontali delle case di San Pietro demolite per progetti di espansione delle infrastrutture negli ultimi 30 anni.

L'estetica contrastante delle recinzioni in tutto l'Inner West rivela la diversità culturale dell'area e il modo in cui i progetti di recinzione sono stati influenzati dal background culturale delle famiglie immigrate. La ricostruzione di recinzioni trasferisce a questi oggetti lo status di artefatto del patrimonio, celebrandoli come segni di identità e diversità locali. St Peters Fences Playground trasforma il Simpson Park in un nuovo tipo di parco giochi museale in grado di esplorare la storia e la memoria della comunità in un modo divertente, coinvolgente e interattivo per bambini e adulti.

Ogni singolo elemento del parco giochi di 1.500 metri quadrati è realizzato a mano con materiali quali mattoni recuperati, arenaria storica e recinzioni di terrazze vittoriane, la maggior parte dei quali è stata recuperata da case recentemente demolite lungo Campbell St.

Il nuovo parco giochi è progettato per un gioco accessibile, inclusivo e fantasioso, con spazi su misura per il gioco basso e l'accesso per sedie a rotelle, aumentando gradualmente l'altezza per il gioco avanzato. Il parco giochi è stato creato in collaborazione con la comunità, inclusa una serie di laboratori di coinvolgimento della comunità con studenti della scuola pubblica di St Peters che hanno contribuito con idee che verranno incorporate nel progetto finale.

005
003
006
007
001
002
004
Simpson's Park Sketch (1)
005
003
006
007
001
002
004
Simpson's Park Sketch (1)

Il lavoro di Adam King, Pemulwuy e gli aborigeni Sydney, celebra gli indigeni locali e la cultura, collegando le generazioni passate e presenti degli aborigeni nel Paese.

Sagome di 207 aborigeni locali saranno esposte su pannelli su cinque sculture in acciaio. Il gioco della luce attraverso lo spazio negativo proietterà la loro ombra sulla terra (Paese), luogo di connessione eterna e appartenenza. Uno dei pannelli onora la forza e la resistenza dell'uomo di Bidjigal Pemulwuy il Rainbow Warrior. Pemulwuy guidò la resistenza aborigena contro la colonia britannica alla fine del XVIII secolo, conducendo un periodo di dodici anni di guerriglia fino al suo assassinio nel 1802. Rimane un eroe amato e ammirato della nazione Eora, e in questa nuova opera d'arte è circondato da generazioni di aborigeni del distretto di Sydney, tra cui le Blue Mountains, Gosford e Wollongong.

Il lavoro si trova presso la Riserva di Turrella, Earlwood, vicino a Wolli Creek e ai restanti boschi nativi della pista pedonale di Wolli Creek. Il lavoro ha lo scopo di coinvolgere i visitatori nei parchi dei parchi nazionali e dei servizi faunistici, aumentando l'accesso e l'impegno nella storia e nella cultura indigena per il pubblico diversificato.

Adam King 1
Adam King 1

La nuova vibrante opera di Dan Templeman Eight Rings trasforma Linear Park vicino a King Georges Road, Beverly Hills. Il lavoro è stato creato per il divertimento e l'impegno dei residenti e degli utenti adiacenti di Linear Park, contribuendo ad attivare il parco esistente con questo entusiasmante intervento culturale.

L'opera è concepita come due serie identiche di quattro anelli "tagliati" da due cilindri identici. I due gruppi di anelli si toccano e "allontanando" gli anelli l'uno dall'altro, emerge una complessa dinamica in cui primo piano e sfondo si fondono e si separano in un miscuglio di archi apparentemente disparati.

Mentre lo spettatore si sposta attorno all'opera, sembra che cambi. La forma complessa e rimescolata viene rapidamente districata quando lo spettatore si muove per comprendere la singolarità di ogni serie di anelli. Il ricongiungimento degli otto anelli in un set di due conferisce all'opera d'arte una qualità inafferrabile che promuove l'esplorazione e l'impegno, trasformando l'ambiente e la percezione di esso.

Dan Templeman
Dan Templeman 2
Dan Templeman
Dan Templeman 2

Una collezione di sculture in vetro piastrellato a mosaico di Deborah Halpern creerà un vivace portale per Linear Park da Kingsgrove Road. Intitolato Le quattro grazie, le figure rappresentano elementi naturali: vento, fiume, nuvola e solare. Sono una famiglia allegorica che simboleggia la terra, il clima e le creature che abitano Kingsgrove e le aree circostanti. Ogni figura è cinetica, le loro teste attivate dal vento danno vita alle figure.

La figura del vento celebra questa forza energetica e il ruolo centrale che ha svolto nel modellare i nostri paesaggi, ecologie, mitologie, scienza e tecnologia. Il fiume è un riferimento ai corsi d'acqua di Cooks River e Wolli Creek che sono caratteristiche geografiche significative dell'ambiente locale e sostengono popolazioni di uccelli e pesci locali. La nuvola si riferisce alla flora autoctona locale, resti della fauna selvatica storica della zona. Solar ha orecchie piccole che evocano gli animali che ancora chiamano questa zona casa, come il comune Brushum Possum e la Volpe volante dalla testa grigia.

Le quattro opere rappresentano la famiglia, la comunità e l'interconnessione tra tutte le cose.

Deborah Halpern
Deborah Halpern

Moonvessel & Horn (Soul Mine) di Hanna Hoyne, accoppia una falce di luna, sdraiata sul dorso, accanto al gigantesco corno grammofono dorato. L'opera indica delicatamente le cosmologie dell'universo e il mondo interiore del sé umano.

La luna ha affascinato le persone sin dagli inizi del tempo, guidando i viaggiatori sui loro movimenti attraverso il nostro pianeta e aiutandoci a capire il nostro posto nell'universo. La scultura lunare è una specie di nave cosmica, un simbolo del viaggio. A forma di canoa, ha una relazione con il vicino Wolli Creek e percorre il corso d'acqua reso possibile da tempo immemorabile. Creato a misura d'uomo, Moonvessel invita i passanti a sedersi e giacere nella culla della scultura, come se si potesse essere trasportati in un'odissea celeste.

La scultura del corno a grammofono raffigura una versione meccanica della forma di tromba naturale usata dagli umani per millenni per amplificare la canzone e il suono artificiale. È una metafora dell'ascolto, il tipo di ascolto che dirige verso l'interno l'anima.

Hanna Hoyne
Hanna Hoyne Night
HERO0000
Hanna Hoyne
Hanna Hoyne Night
HERO0000

Il parco giochi progettato dall'artista di Nicole Monks è un tributo alla Mob locale - Gadigal, Bidjigal e Gwegal - Acqua Persone che nuotavano, cacciavano e pescavano con i loro bambini in canoe di corteccia sui corsi d'acqua locali.

Il paesaggio interpretativo incoraggia l'apprendimento e l'interazione con il paesaggio attraverso il gioco. Prende la forma di una lunga e fluida linea di movimento, facendo riferimento al flusso elementale di Wolli Creek e Cooks River. La tavolozza luminosa e colorata ci collega al cielo e al waranggu: l'arcobaleno. Questa prospettiva indigena del luogo si esprime in una forma contemporanea che riunisce comunità di bambini di tutte le culture per giocare, imparare e crescere.

Waranggu è progettato per esperienze di gioco fantasiose e non prescrittive come arrampicarsi, impiccarsi, camminare, gattonare, correre, oscillare e riposare

Nicole Monks 2
Nicole Monks 3
Nicole Monks
Nicole Monks 2
Nicole Monks 3
Nicole Monks

I sedili a canguro di Tom Misura celebrano la tradizionale fauna autoctona dell'area di Wolli Creek. Realizzati in acciaio inossidabile e in piedi più grandi della vita, sia i bambini che gli adulti potranno sperimentare la gioia di stare seduti in un marsupio. Queste sculture giocose, interattive e funzionali attiveranno Tallawalla Street Reserve, Beverly Hills.

002
003
Tom Misura
002
003
Tom Misura

Il Wolli di Warren Langley trasforma il sottopassaggio di Kindilan a Beverly Hills in una scultura illuminotecnica esperienziale. Si ispira al vicino Wolli Creek, un tentativo di catturare la bellezza della luce solare che si riflette sulle sue acque increspate.

La luce bianca pura emana dalle lame in policarbonato intagliato che sono sospese al soffitto. Le pale si snodano attraverso il sottopasso, curvando delicatamente come il flusso naturale del torrente. Ogni lama rappresenta un effetto a catena, creando un senso di movimento attraverso il sottopasso.

L'artista ha lavorato con la comunità locale per disegnare le loro storie e relazioni con Wolli Creek. Si è tenuto un concorso con la St George Photographic Society in cui la comunità è stata invitata a creare immagini che mostrino come l'ambiente naturale modella la loro esperienza. L'opera d'arte risponde a queste interpretazioni della comunità di Wolli Creek, fornendo significato alla loro esperienza vissuta sul posto.

Warren Langley
Warren Langley

Christina Huynh (aka STYNA) è un'artista con base a Sydney occidentale la cui opera è ispirata dai viaggi in luoghi lontani, narrazione e patrimonio. Porta questi temi nel suo nuovo dipinto su larga scala Fantastic Worlds al sottopasso di Lundy, Kingsgrove.

L'opera celebra il patrimonio locale e la diversità culturale di Kingsgrove. Gli elementi chiave dell'opera sono il fringuello nativo di Gould, fiori nazionali provenienti da tutto il mondo e una serie di vasi in terracotta. I vasi fanno riferimento a Mashman Pottery Works, aperto a Kingsgrove nel 1910-2010 e che produceva prodotti tradizionali in terracotta. Molti di questi oggetti fanno ora parte di importanti collezioni di arti decorative tra cui il Powerhouse Museum. STYNA rende omaggio a questa lunga tradizione artistica e artigianale che fa parte del patrimonio di Kingsgrove.

L'idea del lavoro è di comunicare che i mondi fantastici non sono così lontani dai nostri giorni - quando uno lo cerca, in realtà ci sono cose che accadono ovunque.

Christina Huynh
Christina Huynh Styna
Christina Huynh
Christina Huynh Styna

Adoro immaginare le creature sott'acqua e gli opossum seduti sugli alberi a guardare la casa. Adoro le volpi sull'albero e i gufi che hanno una vita felice. Uccelli che cantano in alberi moo. Vorrei che il pubblico del mio tunnel nuotasse con le mie creature fluviali. " Emily Crockford

Emily Crockford (Studio A) trasformerà il sottopassaggio Karingal di Kingsgrove in un'esperienza artistica immersiva utilizzando installazioni di pittura e illuminazione su larga scala.

Intitolato Oyster's Eating Rainbows, questo lavoro creerà un paese delle meraviglie naturale all'interno dell'ambiente del tunnel. Si ispira all'abbondanza ecologica e alla diversità della zona e dei suoi corsi d'acqua: uccelli, pesci, yabbies e ostriche. È anche un promemoria della fragilità di questi habitat e dell'importanza di preservare i nostri cieli, rami e letti fluviali per le generazioni future.

 

Gli artisti di strada locali Matthew Peet (aka Mistery) e Michael Lothian (aka Jesta) sono stati incaricati quasi due decenni fa di dipingere un murale del sottopassaggio per Linear Park, Kingsgrove. Il team di artisti viene commissionato per Canal to Creek: il programma di arte pubblica M8 per installare un nuovo dipinto su larga scala nel sottopassaggio di Arinya, portando una prospettiva contemporanea al parco. Questa volta, Mistery e Jesta stanno facendo una dichiarazione più grande e audace attraverso l'architettura del tunnel, le opere d'arte si riversano letteralmente fuori dal sottopasso.

L'opera fa due cose: gioca con profondità e prospettiva, creando un'illusione ottica se vista da certi punti di vista. Questo spazio multidimensionale incoraggia il pubblico a entrare nel lavoro. Descrive anche edifici chiave di Kingsgrove passati, presenti e futuri, documentando il mutevole paesaggio urbano e le trasformazioni nel luogo e nella cultura.

Mistery And Jesta
Mistery And Jesta

Jason Wing è incaricato di realizzare una serie di stencil lungo i muri di sostegno di Linear Park, collegando il nuovo panorama culturale delle opere d'arte contemporanea tra Bexley North e Beverly Hills. Questa serie renderà omaggio a Pemulwuy il Rainbow Warrior, un uomo di Bidjigal della nazione Eora e uno dei più significativi attivisti e personaggi politici della fine del 18 ° secolo.

Pemulwuy guidò la campagna aborigena di resistenza contro le forze coloniali, usando il fiume Cook come arteria principale per collegare clan e trasportare guerrieri. Questa importante storia specifica del sito sarà riconosciuta a Linear Park, che rappresenta l'eroe Bidjigal nel contesto.

Pemulwuy sarà rappresentato dal corvo. Era conosciuto come Butu Wargun, che significa "corvo" o "uomo di legge" in linguaggio Bidjigal, e ci sono resoconti di Pemulwuy che fugge dall'incarcerazione trasformandosi in corvo, lasciando solo piume di corvo nella sua cella.

System.Linq.Enumerable+WhereSelectArrayIterator`2[Umbraco.Core.Models.ILanguage,Westconnex.Models.LanguageModel]
English (United States)

Our website uses cookies which collect information about how you interact with our website. We use this information to give you the best experience on our website and for analysis. By clicking the 'I accept' button, you are consenting to the use of cookies. However, if you would like, you can change your cookie settings in your browser any time. For more information, please see our Cookies and Tracking Statement.